La Medicina Olistica

La Medicina Olistica

La medicina Olistica esprime la relazione tra l’infinitamente piccolo dell’uomo microcosmo con l’ambiente macrocosmo dove tutto è collegato e tutto influisce sulle parti, sia nell’ambiente circostante che nell’organismo in modo reciproco.

L’individuo, così come la parola stessa esprime l’essere indivisibile, è tuttuno con il mentale, l’emozionale, l’organico e lo strutturale, dove ogni parte dell’organismo presenta le tracce del tutto. La medicina olistica ne interpreta i segni, decodifica le espressioni organiche, ricostruisce l’iter fisiopatologico venendo a capo delle cause scatenanti i fenomeni di squilibrio organico.

Attraverso l’odontoiatria olistica comprendiamo l’interdipendenza tra i denti e determinati organi reindirizzando l’individuo a una maggiore comprensione delle proprie responsabilità e delle possibilità terapeutiche di riequilibrio. L’ecobiologia del Sistema Orale è essenzialmente legato al tipo di alimentazione, alle colonie batteriche, alla fermentazione enzimatica e alle variazioni del pH, alle condizioni organiche, alla vita di relazione, ad abitudini voluttuarie, all’ambiente, a consuetudini sociali, tutto contestualmente. Nell’organismo umano osserviamo, grazie all’apporto della medicina tradizionale cinese o MTC più mappe di decodificazione o di programmazione energetica.

E’ possibile intervenire dall’esterno dell’organismo verso l’interno su determinati organi con tecniche quali l’Agopuntura secondo protocolli sperimentati da millenni. Attraverso l’anamnesi, la valutazione dell’incarnato, l’analisi del volto, la valutazione della lingua, l’atteggiamento, il tono di voce, ma principalmente attraverso la polsologia della MTC si interpreta lo stato energetico degli organi, cui segue l’impostazione terapeutica. Tutte le procedure impiegate nell’ambito della medicina olistica e con questa espressione ci si riferisce a discipline quali la Medicina Fuzionale, l’Omotossicologia, l’Omeopatia, la Fitoterapia, l’Antroposofia, la Medicina Tradizionale Cinese eAgopuntura, la Medicina Tibetana, l’Ayurveda, la Medicina Unani, l’Osteopatia, la Medicina Termale e l’Idroterapia, la Psicoterapia… possono essere affiancate dalla medicina ufficiale e per questo sono denominate CAM o Complementary Alternative Medicine. Queste tecniche viste oggi con un certo interesse dal mondo accademico possono affiancare i classici percorsi allopatico- farmacologici che trovano un certo rinforzo con la Medicina Olistica nell’innescare processi atti a un riequilibrio energetico e funzionale verso una forma di Medicina Integrata. Non c’e’ infatti una medicina migliore ma una terapia idonea per una determinata persona in un determinato momento.

La medicina naturale accompagna il percorso dell’uomo da millenni fin negli angoli più estremi del mondo. Per quelli che si interessano di etnomedicina è come trovarsi in un viaggio affascinante nella storia dell’uomo legato all’indissolubile desiderio di ricongiunzione ai piani superiori del divino, nel desiderio di riconquistare quell’anima perduta e causa di squilibrio, di ambire verso l’unità dell’essere umano nella sua essenza spirituale ideologica esistenziale, secondo i costumi più vari del nostro pianeta.